HOME - Farmacologia
 
 
19 Ottobre 2016

Estrazione dei denti del giudizio: profilassi antibiotica si o no?

di Lara Figini


La prescrizione di antibiotici sistemici per la prevenzione delle complicanze, quali l'alveolite secca e l'infezione del sito chirurgico, in occasione dell'estrazione del terzo molare è una pratica molto diffusa tra gli odontoiatri ma anche molto controversa e dibattuta. La controversia nasce dal fatto che la terapia profilattica antibiotica non è indicata in pazienti sani in quanto l'uso inappropriato di antibiotici mette i pazienti a rischio di reazioni avverse e contribuisce allo sviluppo di resistenze.

Inoltre, considerando il rapporto costi-benefici, revisioni sistematiche e metanalisi pubblicate fino al 2012 non supportavano l'uso profilattico di routine degli antibiotici.

Tuttavia, gli antibiotici continuano ad essere prescritti abbondantemente nella pratica clinica, per cui è interessante anche capire se vi sono nuovi aggiornamenti o orientamenti per gli studi clinici pubblicati tra il 2012 e il 2015 per fornire una risposta alla domanda:

L'uso preventivo di antibiotici riduce il rischio postoperatorio di alveolite secca e / o infezione in occasione dell'estrazione del terzo molare?

Da una recentissima revisione sistematica pubblicata su Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol di ottobre 2016, effettuata comprendendo anche studi recenti, dopo il 2012, emerge che la prescrizione preventiva di antibiotici sistemici nei casi di estrazione del terzo molare riduce il rischio effettivo di infezione post-operatoria e di alveolite secca.

Inoltre pare che l'efficacia delle penicilline sia leggermente superiore a quello dei nitroimidazoli.

Gli obiettivi specifici di questa revisione sono stati:

  • (1) misurare l'efficacia di antibiotici sistemici (di qualsiasi classe e regime) nel prevenire l'alveolite secca e / o le infezioni in pazienti sottoposti ad estrazione del terzo molare  rispetto ai controlli trattati con placebo;
  • (2) confrontare l'efficacia di due classi di antibiotici, penicilline e nitroimidazoli ( di qualsiasi regime), nella prevenzione dell'alveolite secca e / o infezione, rispetto ai casi controlli, nei pazienti sottoposti a estrazione del terzo molare.

Nella ricerca sono stati inseriti 75 studi potenzialmente eleggibili, ma nella revisione finale sono stati 22 qualitativamente e 21 quantitativamente accettati per un totale di circa 3300 estrazioni.

Nella fig.1 sono illustrati gli studi inclusi nella revisione finale e i rispettivi risk of bias.

Sulla base dei risultati presentati dagli autori di questa revisione, si può concludere che l'uso preventivo di antibiotici, sia penicilline che nitroimidazoli, riduce significativamente il rischio di alveolite secca e / o infezione nei casi di estrazione dei terzi molari. Considerando che negli ultimi 10 anni non ci sono state variazioni significative di questi risultati, sembra improbabile che le nuove sperimentazioni cliniche forniranno risultati diversi da quelli già pubblicati.

Tuttavia, potrebbe essere interessante effettuare nuovi studi in sottogruppi di pazienti con determinate condizioni sistemiche e in pazienti a più alto rischio di complicanze infettive, in cui gli antibiotici preventivi possono risultare più efficaci che nei pazienti sani.


A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoaitria33

 

Bibliografia:

: Eva Ramos, Joseba Santamaría,Gorka Santamaría, Luis Barbier, e Icíar Arteagoitia, Oral Med Oral Pathol Oral Radiol ottobre 2016;122:403-425)

Articoli correlati

Con il 31 dicembre sono terminate le elezioni per i rinnovi delle CAO Provinciali e la nomina dei presidenti che saranno in carica fino al dicembre 2020.Rispetto alla precedente tornata elettiva...


Il 54% dei medici ha raccolto il numero di crediti necessario nel triennio 2014-2016 mentre i dentisti ligi alla norma sono stati il 51%. Il Segretario FNOMCeO Sergio Bovenga non concorda con i...


Il degrado dell'interfaccia dei restauri adesivi in composito è il risultato di più fattori combinati. Alla base vi è la contrazione da polimerizzazione tipica dei materiali compositi, che può...


Si chiama diabete urbano, in quanto il 75% dei pazienti diabetici si colloca in aree urbane. Per sfidare la nuova emergenza intorno al paziente si sono "auto-contingentati" medici diabetologi,...


Il corso universitario di qualificazione dei primi dentisti del Burundi è stato ufficialmente accettato nell'ordinamento nazionale del Burundi. Mercoledì 29 aprile 2017 alla presenza di...


Altri Articoli

La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


Per l’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina di Roma sono 9700 nuovi casi in un anno in Italia. Attivata campagna di prevenzione con visite gratuite


Intelligenza artificiali, immagini e stampanti in 3D, staminali rigeneratrici. Come cambiano gli specialisti che curano e riabilitano il cavo orale. Anche la prevenzione dei danni da fumo trova nuove...


Il punteggio medio nazionale registrato tra gli idonei è di 35,23. Ecco le previsioni dei punteggi minimi necessari per entrare senza aspettare i "ripescaggi" a medicina ed odontoiatria 


I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
steroid-pharm.com

steroid-pharm.com

http://avtomaticheskij-poliv.kiev.ua