HOME - Cronaca
 
 
29 Settembre 2009

La nuova frontiera dell’odontoiatria virtuale

di Debora Bellinzani


La University of Maryland Dental School, prima tra gli istituti accademici statunitensi, ha inserito corsi virtuali di odontoiatria tra i programmi di studio per il conseguimento della laurea. E con il termine “virtuali”, in questo caso, non si indicano semplici lezioni ascoltate via internet anziché dalla viva voce dell’insegnante, ma al contrario qualcosa che coinvolge lo studente in modo più attivo rispetto alla presenza a una qualsiasi lezione: un mondo immaginario dove lo studente può provare a “essere” un odontoiatra.
“Second life è un software che ricrea in un mondo virtuale tridimensionale l’ambiente universitario della University of Maryland Dental School, ma in una realtà del tutto immaginaria” spiega Carroll-Ann Trotman, rettore associato dell’istituto accademico; “la struttura universitaria virtuale, infatti, è ‘costruita’ con mattoni rossi e vetro come quella reale ma si trova su un’isola; la cosa più importante per gli studenti, però, è che essa è costituita da laboratori, reparti clinici dove si curano i pazienti, una biblioteca, alcune sale di lettura e poster e dipinti interattivi che permettono di orientarsi.”
Per poter entrare nell’università sull’isola ciascun utente deve creare un avatar, ossia un personaggio virtuale che lo rappresenta. “Dalle postazioni con computer gli studenti controllano l’avatar attraverso una tastiera e un mouse oppure tramite cuffie con microfono per comandi vocali e in questo modo possono simulare alcune attività in modo interattivo come se si trovassero nella vita reale, ottenendo cioè una ‘reazione’ dal sistema virtuale, come accogliere un paziente nello studio o raccogliere la sua storia clinica.”
L’università virtuale consente poi di approfondire anche alcune materie di studio da un punto di vista più “attivo” rispetto ad altri sistemi, per esempio la lettura di un libro; per avere un’idea di come funziona il software e come appare la sua grafica è possibile vederne un esempio su Youtube.com digitando “University of Maryland Baltimore Virtual Dental School” (attualmente all’indirizzo: ). “Il software consente agli studenti di seguire lezioni di anatomia, imparare le pratiche di igiene orale, provare a trattare le infezioni e ad aiutare i bambini a superare la paura del trattamento odontoiatrico, oltre a ‘provare a essere un odontoiatra’ in diverse situazioni che possono presentarsi in qualsiasi studio odontoiatrico” conclude Trotman; “l’università sull’isola accoglie 75 utilizzatori contemporaneamente e consente loro di interagire con gli argomenti di studio in modo più reale di quanto possa in apparenza sembrare.”

Fonte: press release della University of Maryland Dental School, USA

GdO 2009;12

Articoli correlati

Allo stato attuale, l’utilizzo di corone singole supportate da impianto è diventato l’approccio di prima scelta per la sostituzione di un dente singolo, specialmente quando...

di Lara Figini


Il restauro degli incisivi centrali superiori trattati endodonticamente con difetti di classe III è una sfida a oggi molto impegnativa.L’obiettivo è quello di ridare...

di Simona Chirico


Successo delle “Giornate in piazza di prevenzione orale”, progetto organizzato da UNID in alcune piazze italiane per promuovere salute orale, la correlazione tra le patologie odontoiatriche e le...


Il trattamento a livello odontoiatrico di pazienti in terapia cronica con anticoagulanti è ormai onnipresente nella pratica medica ambulatoriale, in quanto gli anticoagulanti...

di Lara Figini


Dopo medicina ed odontoiatria il MIUR ha pubblicato il decreto che istituisce i posti per le professioni sanitarie, Igiene Dentale compresa, per l’anno accademico 2019-2020.Rispetto allo scorso...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
средства для усиления мужской потенции

www.farm-pump-ua.com/

thailand-option.com/iqoption-skrill/