HOME - Cronaca
 
 
13 Marzo 2014

Paziente insofferente, la dentista lo prende a schiaffi. Il commento, ed i consigli, del medico legale


Di fronte ad una paziente di 8 anni particolarmente insofferente per dover portare un dispositivo ortodontico, una dentista della provincia di Varese ha deciso di prenderla a schiaffi. Per calmarla, ha raccontato la mamma ad un giornale locale sottolineando come la figlia sia uscita dallo studio "spaventata e umiliata". La mamma durante la visita si trovava in sala d'attesa.

"Non c'era alcun motivo perchè un estraneo si sentisse in dovere di alzare le mani su mia figlia", dichiara al giornale La Prealpina la mamma della bambina."Ho preteso dalla dottoressa le scuse, che sono state date a me e alla bambina senza convinzione e solo perchè ho minacciato di recarmi dai carabinieri, cui peraltro ho segnalato il fatto. Ma quel che mi ha convinto a rendere pubblica questa vicenda è il fatto che avevo chiesto alla dottoressa di devolvere i cento euro della visita, che si era offerta di restituirmi, all'ospedale Del Ponte, raddoppiando la cifra e dichiarando nella causale il motivo di quella donazione. Ebbene, a quindici giorni dal fattaccio, ciò non è ancora avvenuto. E non è bello....".

Ma oltre alla cattiva pubblicità, cosa ha rischiato la dentista con il suo comportamento?

"Una denuncia per lesioni a minore con conseguente causa danno psicologico e morale", ci dice il prof. Massimo Amato.
"Il comportamento della collega è deprecabile e deontologicamente non corretto, avrebbe dovuto mettere in atto altri sistemi per convincere la paziente alla calma. Però, da quanto la cronaca riporta non sappiamo se la collega ha ammesso la colpa oppure se è la versione della mamma, che comunque non era presente".

"Certamente -continua il prof. Amato- la vicenda ci permette di ricordare, e consigliare, che in presenza di minori è doveroso chiedere ai genitori di essere presenti durante le sedute, a volte si può chiedere di allontanarsi se si percepisce che la loro presenza crea ansia al piccolo paziente ma il genitore deve essere sempre nelle vicinanze ed essere chiamato se si verificano problemi o insofferenze. La mancanza di collaborazione o l'assenza del genitore può essere una prova, in caso di citazione a giudizio, a favore del dentista".

Altri Articoli

Il primo è un dentista titolare di un ambulatorio odontoiatrico ma senza autorizzazione, ai tre denunciati a Paestum mancava invece la laurea


Approvato il nuovo regolamento per le autorizzazioni sanitarie, molte le novità a cominciare dall’obbligo di informare l’Ordine sulle autorizzazioni concesse 


Le nuove tecnologie e la professione odontotecnica: un focus a 360° tra clinica e rivendicazioni sindacali nell’evento ANTLO organizzato a Vicenza


O33Inchieste     14 Novembre 2019

Tassa sullo zucchero e salute orale

Mappa dei Paesi in cui la tassa è stata o non è stata attivata

Sono oltre 50 i Paesi che hanno introdotto una healty tax  per disincentivare i consumi di zucchero ed in molti casi i risultati sono positivi

di Davis Cussotto


Sabato a Torino il Convegno da titolo ''Il  modello Torino di Odontoiatria Sociale : il diritto alla salute orale  in un percorso per il Welfare di comunità’’


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
лучшие онлайн казино

купить подушки антистресс