HOME - Cronaca
 
 
30 Aprile 2007

A proposito di fondi pensione

di Andrea Telara


Di fronte al progressivo invecchiamento della popolazione e al rischio di un pesante deficit pensionistico, con la riforma di Lamberto Dini, è stata approvata dodici anni fa una legge previdenziale che, in maniera progressiva, introduce un nuovo metodo di calcolo delle pensioni: si tratta del sistema contributivo, grazie al quale l’assegno mensile erogato dall’Inps (o dagli altri enti previdenziali come l’Enpam, riservato ai medici e agli odontoiatri) verrà calcolato in base ai contributi versati dal lavoratore (e non più, come avviene tuttora per molti italiani, in proporzione all’ultimo reddito dichiarato). La pensione si anzianità sarà per i lavoratori dipendenti inferiore almeno del 50 per cento, fanno notare tutti gli esperti previdenziali; per i liberi professionisti (dunque anche per gli odontoiatri), che versano solitamente dei contributi più bassi rispetto ai lavoratori subordinati, l’assegno pensionistico rischia infatti di fermarsi al 30 o al 40 per cento dell’ultima retribuzione, sempre che la carriera lavorativa si fermi dopo 40 anni circa di attività.
In queste circostanze la prima cosa da fare è ciò che gli addetti ai lavori chiamano, in gergo tecnico, un check-up previdenziale, cioè una stima dell’assegno pensionistico che ognuno andrà a percepire durante la terza età.
La via da intraprendere, dicono gli esperti, è quella di aderire ai fondi pensione, destinando a questi prodotti finanziari, ogni mese e per 30 o 40 anni, una parte del proprio reddito o dei propri risparmi. Il denaro versato viene poi investito (da una compagnia assicurativa o da una società di gestione del risparmio) nei mercati finanziari: in azioni, se il contribuente è disposto ad affrontare gli alti e i bassi delle borse, oppure in bond (cioè in titoli a reddito fisso) per chi non vuole mettere a rischio il proprio capitale e preferisce andare sul sicuro.
Quali fondi conviene scegliere? La legge lascia a ciascuno la facoltà di aderire al prodotto che preferisce ma, a dire il vero, il consiglio che giunge dagli esperti è spesso quello di optare, quando è possibile, per i fondi chiusi, cioè quelli riservati a singole categorie. Anche gli odontoiatri ne hanno uno che si chiama Fondodentisti ed è aperto a tutti gli iscritti all’Ordine.
Le società che amministrano il patrimonio del Fondodentisti (che sono tre importanti istituzioni finanziarie come Deutsche Asset Management - Gruppo Deutsche Bank, Invesco e Azimut sgr) trattengono per sé una quota del patrimonio investito tra lo 0,08 per cento e lo 0,2 per cento, ben inferiore a quella applicata dalle banche e dalle compagnie di assicurazione, che hanno commissioni che partono almeno dallo 0, 5 per cento del portafoglio.
Bisogna ricordare che l’ammontare della rendita finale rimane un’incognita. E non solo perché non si può conoscere in anticipo il rendimento dei fondi pensione. Molti non sanno, infatti, che c’è un altro fattore determinante. Si tratta di un parametro (detto coefficiente di trasformazione) in base al quale gli intermediari e le compagnie assicurative convertono in rendita il capitale accumulato negli anni. Questo indicatore cresce o diminuisce in base all’età del pensionato e al sesso, visto che la vita delle donne dura mediamente di più. Chi ha 60 anni riceve dunque una pensione integrativa meno elevata di chi invece si congeda dal lavoro a 70 anni.
Quello che molti non sanno, però è che i coefficienti di trasformazione possono essere variati nel tempo, e quindi ridotti, se le aspettative di vita della popolazione crescono. Risultato: nel caso in cui, come è probabile, l’aspettativa di vita degli italiani crescerà, le rendite sotto riportate si assottiglieranno progressivamente. Senza contare, infine, un ultimo fattore: l’inflazione. Nell’ipotesi in cui l’inflazione rimanga stabile al 2.5 per cento circa, 44mila euro (3.600 euro al mese) incassati nel 2046 varranno quanto 16mila euro oggi (meno di 1.500 euro al mese).

GdO 2007; 7

Articoli correlati

Gli esperti consigliano di cominciare fin da giovani a pensare al proprio futuro pensionistico, meglio ancora se da studenti. Ed anche per agevolare questo, da qualche anno ENPAM consente ai futuri...


Una dentista di 64 anni può andare in pensione anticipata nel 2019 e se è socia in uno studio associato come si deve comportare? La domanda è stata posta al sito dell’ENPAM da una iscritta alla...


Una nota dell’Ente di previdenza informa su aumenti e modalità


Dopo la sanzione di 10 mila euro inflitta dall'Agcm alla clinica che ha proposto la pubblicità dell'impianto scontato grazie all'"accordo per il Comune di Roma", ora nei guai finisce anche il...


"Io Sono, eterna essenza, completamente manifestata nel corpo, compresa questa particolare incarnazione, anche percepita come Gmg, emanata il... (n.d.r. giorno/mese/anno di nascita), debitamente -...


Altri Articoli

Un sistema matematico che trasforma una richiesta iniziale in una risposta finale coerente ed efficacie nella chirurgia guidata


Approfondimento in occasione del terzo Simposio Internazionale sul trattamento dei tessuti molli parodontali e perimplantari a Firenze


Un fatto di cronaca consente di approfondire sul tema. I pareri dell’avvocato Giungato e del presidente CAO Guarnieri 


Una mozione chiede che possano esercitare sono le STP odontoiatriche con direttore sanitario, emendamenti puntano a introdurre sanzioni per la proprietà in tema di pubblicità 


Il finto dentista cinese operava in casa ed al posto del riunito utilizzava una sdraio da giardino 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Buy GHRP-6 USA

www.pills24.com.ua