HOME - Aziende
 
 
27 Marzo 2019

Ivoclar Vivadent, i segnali positivi del 2018 anticipano le novità in arrivo



Ivoclar Vivadent, azienda sita in Liechtenstein specializzata nel campo dentale, ha concluso l’anno 2018 con un risultato di fatturato positivo: 810 mio. di franchi svizzeri, con un aumento di 1,3 mio. rispetto al 2017.

L'attuale CEO Robert Ganley riconduce a molteplici fattori la crescita leggermente più debole rispetto agli anni precedenti: “I prodotti del settore odontoiatrico sono cresciuti molto positivamente. Sulla base dei cambiamenti nel mercato odontoiatrico e del rapido progresso della digitalizzazione nel campo dentale, dobbiamo confrontarci con una competitività sempre maggiore”.

Inoltre, a causa di alcuni ritardi, non è stato possibile consolidare la crescita prevista per Ivoclar Digital.

“Lo sviluppo delle nostre fresatrici ha richiesto più tempo di quanto previsto. La qualità per noi è sempre al primo posto, anche se questo significa dover accettare compromessi nei nostri obiettivi di fatturato."

Specializzati in estetica e efficienza
La PrograMill PM7, “ammiraglia” del Gruppo, è partita con largo successo fra i laboratori odontotecnici. Un forte sviluppo di hardware e software evidenzia, inoltre, che i processi digitali diventano sempre più importanti.

“Supportiamo i laboratori nel passare a processi digitali efficienti per ottenere risultati estetici” afferma Ganley.

Il settore odontoiatrico ha riportato un aumento del 5% in valuta locale, di cui le crescite maggiori sono state registrate nell’ambito della restaurativa diretta con un 4% e dei cementi con l’8%.

L’attenzione dell’azienda è rivolta all’odontoiatria estetica e alle soluzioni innovative per un miglioramento della salute orale. In particolare, il settore della profilassi assumerà un peso maggiore: “Abbiamo un nuovo chiaro focus nel campo della profilassi, una nuova strategia e nuova energia” comunica Robert Ganley annunciando diverse attività in questo campo.

Europa e paesi in via di sviluppo mostrano una crescita
Nei paesi in via di sviluppo (stati BRICS e Messico) nel 2018 è stato possibile realizzare una crescita di fatturato a due cifre con un 22%; la Russia, in particolare, ha mostrato una crescita elevata.

Anche in Europa, Ivoclar Vivadent ha registrato un aumento del 2% circa. Tuttavia, la contrazione in altre regioni come il Nordamerica lo hanno pressoché compensato.

2019: innovazione, investimento e nuova conduzione
Anche nel 2019 Ivoclar Vivadent amplia il suo portafoglio con novità all'avanguardia. Fra queste c'è IPS e.max ZirCAD Prime che rappresenta la prossima generazione di ceramica integrale a impiego universale altamente resistente ed estetica, il sistema prodotti 3s PowerCure, la nuova lampada polimerizzante Bluephase G4 nonché una stampante 3D per i laboratori odontotecnici.

Importanti investimenti confluiscono nella sua infrastruttura. Nella sede centrale in Liechtenstein verrà costruito un nuovo edificio principale. A Ellwangen (Germania) è iniziata la costruzione di un centro distributivo globale.

Inoltre, l’azienda sta preparando il futuro per una nuova leadership: dal 1° luglio Diego Gabathuler assumerà il ruolo di CEO di Robert Ganley.

Per informazioni: tel. 051 611 35 55 - [email protected] - www.ivoclarvivadent.com

Articoli correlati

Quando la tecnologia elide l'imperfezione, nel rispetto dell'idea di tempo ben speso, è allora che la sintesi tra intelligenza artificiale e umana conquista vette altissime. Altrimenti si riduce ad...


È ormai assodato che le nuove tecnologie implanto-protesiche possano riformare i processi decisionali e istruire flussi di lavoro assolutamente innovativi, da cui discende la...


Lavorare in Olanda può essere un’opportunità per i dentisti italiani, ci sono solamente 3 Università e il numero di dentisti neolaureati non è sufficiente a coprire la domanda di cure...


Fondazione Querini Stampalia

Il 2° Simposio Internazionale Gardalaser – dal titolo “Laser e odontoiatria d’eccellenza: lo stato dell’arte e prospettive future” – avrà luogo a Venezia il 20 e 21...


Gengive irritate, dolore acuto quando addentiamo qualcosa di molto freddo o molto caldo, carie: sono questi i disturbi più frequenti del cavo orale tra gli italiani. È quanto emerge da una...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
суррогатное материнство как происходит

バイアグラオンライン注文日本

レビトラ副作用