HOME - Approfondimenti
 
 
12 Febbraio 2015

Legge abusivismo: ANTLO chiede un comma specifico per l'odontoiatria e pesanti sanzioni per il prestanome

di  


Come anticipato durante l'audizione in Commissione Giustizia della Camera, l'ANTLO è pronta a "suggerire" ai componenti della Commissione le modifiche da apportare alla proposta  di legge C.2281 "Disposizioni in materia di esercizio abusivo di una professione e di obblighi professionali".

Predisporre un comma specifico per l'odontoiatria con pene più severe sia per abusivi che per prestanome, come previsto nella prima formulazione del Ddl Marinello, è la proposta avanzata dagli odontotecnici.

"Abbiamo studiato le motivazioni addotte dalle Commissioni Igiene prima e Giustizia poi del Senato che formalmente hanno comportato la cancellazione della norma sui prestanome", dice il presidente ANTLO Massimo Maculan (nella foto). "Ci siamo consultati, sensibilizzandoli, con parlamentari e uffici sia della Camera che del Senato. Abbiamo così concordato sulla eccessiva afflittività dell'interdizione perpetua del prestanome ma anche sulla necessaria modularità della sanzione, predisponendo un comma specifico per l'odontoiatria".

ANTLO che continua, quindi la sua battaglia contro il prestanomismo.

"Nulla di persecutorio nella determinazione ANTLO", continua Maculan. "Se si vuol efficacemente combattere l'abusivismo in odontoiatria - ed ANTLO è in prima fila in questa battaglia ricorda- bisogna colpirne le cause e non agire solo sugli effetti. Il prestanomismo è la causa che lo genera e lo sostiene. Non a caso il Sen. Marinello prevedeva del testo iniziale del Ddl che porta la sua firma una sanzione molto più afflittiva per i prestanome che per gli abusivi. Sempre più insopportabile è poi usare l'abusivismo per indegne campagne diffamatorie verso la mia categoria e di fatto tacere e non impegnarsi in ugual modo sui prestanome. Se come affermato da taluni in odontoiatria gli abusivi sono in gran maggioranza odontotecnici, va ricordato che nella totalità dei casi i prestanome sono dentisti. Sui primi si organizzano a bella posta campagne mediatiche, sui secondi si tace colpevolmente. Una morale a geometria variabile".

Però i prestanome possono essere condannati per concorso in esercizio abusivo della professione oltre alla sanzione inflitta dall'Ordine che prevede la sospensione dall'attività per almeno un anno.

"Intanto ci piacerebbe conoscere quanti prestanome conclamati sono stati sanzionati dall'Ordine dei Medici e per i pochi casi - sempre che ne esistano - quali sanzioni sono state irrorate.  Noi comunque ci siamo rifatti alle dichiarazioni del presidente CAO Giuseppe Renzo che evidenziava   mi sembra proprio ad Odontoaitria33 le difficoltà dei presidenti CAO nel sanzionare chi svende la professione con il prestanomismo per i troppi cavilli legali che permettono a colleghi disonesti di farla franca".

Bisogna anche ricordare, aggiungiamo noi, che molto spesso le procure non comunicano agli Ordini la condanna del prestanome.

Tornando al Ddl sull'abusivismo il presidente  ANTLO non sembra preoccupato del fatto che le modifiche al testo in discussione alla Camera, ma già approvato al Senato, comporterebbero un ulteriore passaggio in Senato e, di fatto, il rischio di vedere allungarsi i tempi dell'approvazione con il rischio di non vederlo approvato prima dello scadere della legislatura.

"Intanto ci sono altre questioni che indurranno ad un ritorno al Senato", anticipa Maculan. "Aspettare poi qualche mese in più e approvare un testo equo ed efficace non mi sembra un grande problema. Ci sono tutte le condizioni per velocizzare l'iter e contribuire ad una rapida approvazione. Se dovessimo adottare altrui schemi dovremmo concludere che dietro tutta questa immotivata fretta si nasconde il disegno di evitare norme di efficace contrasto al prestanomismo. Noi comunque continueremo a vigilare, visto che l'audizione è stata importante ma non un passo definitivo. Non abbiamo ancora ottenuto nulla e non ci culliamo in effimere illusioni".

Articoli correlati

Sabato 9 novembre a Vicenza al congresso ANTLO, tavola rotonda sul futuro della professione odontotecnica al digitale


Le tre sigle maggiormente rappresentative della categoria odontotecnica si sono riunite a Roma, nella sede CNA, per condividere ed indicare i punti “irrinunciabili”. Presenti i presidenti delle...


“Gli scenari futuri dell’odontoiatria italiana” era il titolo della Tavola Rotonda organizzata al 7° Congresso Odontoiatrico Mediterraneo- XVII Memorial Nisio il 10 maggio a...


Il Gruppo di Lavoro ha incontrato il referente del Ministero della salute


Altri Articoli

Il primo è un dentista titolare di un ambulatorio odontoiatrico ma senza autorizzazione, ai tre denunciati a Paestum mancava invece la laurea


Approvato il nuovo regolamento per le autorizzazioni sanitarie, molte le novità a cominciare dall’obbligo di informare l’Ordine sulle autorizzazioni concesse 


Le nuove tecnologie e la professione odontotecnica: un focus a 360° tra clinica e rivendicazioni sindacali nell’evento ANTLO organizzato a Vicenza


O33Inchieste     14 Novembre 2019

Tassa sullo zucchero e salute orale

Mappa dei Paesi in cui la tassa è stata o non è stata attivata

Sono oltre 50 i Paesi che hanno introdotto una healty tax  per disincentivare i consumi di zucchero ed in molti casi i risultati sono positivi

di Davis Cussotto


Sabato a Torino il Convegno da titolo ''Il  modello Torino di Odontoiatria Sociale : il diritto alla salute orale  in un percorso per il Welfare di comunità’’


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
кухни на заказ

камагра гель