HOME - Approfondimenti
 
 
03 Novembre 2016

Maxi ammortamento, si va verso la proroga ma non per tutti i beni. Ecco per cosa si può aspettare e per cosa è meglio affrettarsi


Introdotto con la precedente legge di stabilità, se verrà confermato il testo presentato dal Governo al Parlamento anche per il 2017 sarà possibile usufruire del maxi ammortamento per l'acquisto di attrezzature e strumenti utilizzati per la propria attività.

Cosa è

Il maxi ammortamento prevede una detrazione del 140% per gli investimenti in beni materiali, strumentali effettuati fino al 31 dicembre 2016 e con la proroga inserita nella legge di Stabilità 2017 fino al 31 dicembre 2017 o entro il 30 giugno 2018 per i beni per i quali entro il 31 dicembre 2017 vi sia stato formalizzato un ordine e versato un acconto di almeno il 20% del costo di acquisto.

La norma permette di ottenere uno maggiore sconto fiscale. Il maggior costo, che viene riconosciuto solo per le imposte sui redditi e non ai fini Irap, può essere infatti portato a deduzione del reddito attraverso le quote di ammortamento o i canoni di locazione finanziaria indicati in dichiarazione.

Per fare un esempio pratico se uno studio odontoiatrico o un laboratorio odontotecnico acquistano un apparecchiatura del valore di 1.000 euro, ai fini del calcolo delle quote di ammortamento da dedurre, il costo del bene viene considerato pari a 1.400 euro. Si potrà portare in detrazione anno dopo anno un totale di 1.400 euro. Di fatto una parte del costo del bene viene pagato con quanto si risparmia di tasse che non verranno versate.

I beni che rientrano nella norma

Secondo quanto specificato dall'Agenzia delle Entrate in una recente circolare, rientrano nell'agevolazione tutti gli acquisti di beni materiali nuovi che siano strumentali all'attività d'impresa o professionale.

La maggiorazione del 40% riguarda anche i veicoli a motore: sia i mezzi aziendali, sia quelli dati in uso promiscuo ai dipendenti ma per quelli consegnati entro il 31 dicembre 2016. Gli automezzi, infatti, non sono contemplati tra i beni che potranno godere del maxi ammortamento nel 2017.

Chi può utilizzarlo

Accedono all'agevolazione i lavoratori autonomi che svolgano arti o professioni anche in forma associata. Possono usufruirne anche i contribuenti minimi che rientrano nel regime di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità (decreto legge 6 luglio 2011, n. 98), ossia il regime che prevede l'imposta sostitutiva al 5 per cento.

Chi non può utilizzarlo

Non godono del Maxi Ammortamento i contribuenti che applicano il regime forfetario, quello con imposta sostitutiva al 15 per cento, introdotto dalla legge di Stabilità del 2015 e modificato dall'ultima manovra. Il reddito, infatti, in quest'ultimo caso è calcolato applicando un coefficiente di redditività al volume dei ricavi o compensi e non come differenza tra componenti positivi e negativi, per cui il meccanismo dell'ammortamento non è applicabile.

Iper ammortamento

Il Ddl di bilancio prevede anche una maggiorare del 250% del costo ammortizzabile relativo a determinati beni materiali strumentali funzionali alla trasformazione digitale, a patto che i cespiti siano interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

La norma potrebbe interessare studi odontoiatrici e laboratori odontotecnici che vogliono investire nei nuovi strumenti digitali ma se questi saranno contemplati lo si saprà solo analizzando la norma una volta approvata definitivamente.

Software

Tra i beni che possono utilizzare il maxi ammortamento non rientrano i software. Va sottolineato che alcuni software in utilizzo per il settore dentale sono registrati come dispositivi medici e quindi potrebbero rientrare nell'agevolazione. I software, ma solo per i soggetti che rientrano tra coloro che possono usufruire dell'iper ammortamento e se sono funzionali alla trasformazione tecnologica, potranno usufruire della maggiorazione del 40%.

Articoli correlati

Dopo la Camera anche il Senato ha approvato il testo del Decreto Crescita che ora è legge.Tra le norme che possono interessare anche professionisti ed aziende del settore dentale la...


L’obiettivo è fare emergere il più possibile di quei 100 miliardi di euro stimati che ogni anno sfuggirebbero al Fisco “per tenere in piedi i conti pubblici”, dicono i “grillini” alle...


Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale entrano in vigore le norme contenute nel Decreto Crescita tra le quali il ripristino dell’Super-ammortamento al 130% per tutto il 2019. Rispetto a...


Dopo non averlo prorogato con l’ultima finanziaria, il Governo Conte ha deciso di reintrodurre nel Decreto Crescita, approvato con la formula del “salvo intese”, il super-ammortamento del 130%...


Con l’approvazione della Legge di bilancio 2019 non sono più stati rinnovati i vantaggi fiscali del super-ammortamento che consentivano di detrarre il 130% delle spese sull’acquisto di...


Altri Articoli

Il Centro di Servizio e Sviluppo Digitale di IDI EVOLUTION, mette a disposizione strumenti e risorse innovative per supportare i professionisti nella riabilitazione protesica


L’Ordine di Bergamo attiva il primo Dossier di Gruppo per odontoiatri, il presidente CAO Stefano Almini ci spiega come funziona ed i vantaggi abbinati alla adesione


Magenga (SIASO), la nostra figura professionale ci impone anche di avere un codice comportamentale, come sindacato lo abbiamo indicato


In dirittura d'arrivo l'approvazione. Perplessità di FNOMCeO che nel prossimo Comitato Centrale dovrebbe emanare un parere tecnico


L’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia lancia l’allarme anche in Italia: potenziali seri danni alla salute per chi effettua cure ortodontiche con gli allineatori trasparenti senza...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
https://www.farm-pump-ua.com